Patrick Marini

agosto 5, 2006

Filed under: Mondo che cambia, Urbanistica — π@3κ @ 12:55 pm

Alain De Botton
da “Le consolazioni della filosofia” – “The Consolations of Philosophy”, 2000
Guanda, Parma, 2002, Le Fenici Tascabili
traduzione: Anna Rusconi

(pag 78) Misurare l’effetto complessivo sortito dal poema lucreziano sulle attività commerciali del mondo greco-romano è ovviamente impossibile, così come lo è scoprire se, grazie alla gigantesca scritta, i cittadini di Enoanda alla fine compresero di cosa avevano bisogno e smisero di acquistare ciò che invece non gli serviva. Non possiamo però escludere che una campagna pubblicitaria epicurea ben concepita sarebbe per esempio in grado di accelerare una crisi economica. Poiché secondo Epicuro la maggioranza delle imprese economiche stimola desideri superflui in chi non sa individuare i propri bisogni reali, i livelli di consumo risulterebbero senz’altro penalizzati da un aumento di consapevolezza e di gradimento della semplicità. Nessuna sorpresa, dunque, per il filosofo, giacché:

La povertà commisurata al bene secondo natura è ricchezza; la ricchezza senza misura è una grande povertà.

Ci troviamo insomma di fronte a una scelta: da un lato, società che stimolano desideri superflui ma hanno una forza economica enorme; dall’altro, società epicuree capaci di soddisfare i bisogni materiali essenziali ma non di innalzare lo standard di vita minimo al di sopra del livello di sussistenza. In un mondo epicureo non esisterebbero monumenti grandiosi né progresso tecnologico, e i commerci con terre lontane sarebbero ben poco incentivati. Una società i cui membri avessero bisogni più contenuti sarebbe automaticamente una società di risorse scarse. Eppure, se dobbiamo credere al filosofo, non si tratterebbe affatto di una società infelice. Per dirla con Lucrezio, in un mondo privo di valori epicurei

… il genere umano si travaglia senza alcun frutto e invano sempre, e tra inutili affanni consuma la vita, certo perché non conosce un limite al possesso e nemmeno, fin dove s’accresca il vero piacere.

Ma, contemporaneamente: Questo a mano a mano ha sospinto la vita in alto mare.

* * * * * * * * * * * *

enoanda

Nel II secolo d.C. Diogene di Enoanda dedica il muro di un portico all’ingresso della città alla trascrizione delle massime del maestro Epicuro:
Condotto dall’età verso il tramonto della vita, e pronto in ogni istante a prendere congedo dal mondo con un canto malinconico sulla pienezza della mia felicità, ho deciso, per paura di lasciarmi prendere alla sprovvista, di recare soccorso a tutti coloro che sono nella buona disposizione per riceverlo. Se una persona, o due, o tre, o qualunque numero vogliate, fosse in una condizione difficile, e io fossi chiamato in suo aiuto, farei tutto ciò che è in mio potere per dare il mio miglior consiglio. Oggi, come ho detto, la maggior parte degli uomini sono malati, come in un’epidemia; malati delle loro false credenze sul mondo; e il male imperversa, perché se lo trasmettono l’un l’altro come pecore. Inoltre è semplicemente giusto portar soccorso a coloro che verranno dopo di noi; anch’essi sono gente nostra, benché non siano ancora nati. L’amore per gli uomini ci ordina di aiutare gli stranieri che per caso passino di qui. Poi che il messaggio del libro è stato già diffuso fra gli uomini, ho deciso di utilizzare questo muro e di esporre in pubblico il rimedio ai mali dell’umanità.

* * * * * * * * * * *

Epicuro (Samo 340 a.C., Atene 271 a.C.)

I tre ingredienti per la felicità:
L’amicizia. “Di tutti i beni che la saggezza procura per la completa felicità della vita il più grande di tutti è l’acquisto dell’amicizia.”
La libertà. L’uomo libero è già un passo verso la felicità. L’uomo libero dalle opinioni altrui lo è ancora di più.
Il pensiero, la parola e la scrittura consolatoria.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: