Patrick Marini

luglio 7, 2002

Progettare il Paesaggio nella Crisi della Modernità – 2002

Filed under: Paesaggio — π@3κ @ 3:19 pm

Il concetto di paesaggio – uno dei prodotti più notevoli della modernità – è oggi in crisi. Il processo di modernizzazione ha come effetto territoriale una progressiva indifferenza nei confronti delle lente tessiture del passato: le relazioni fra uomo e ambiente fisico, così come le dotazioni di senso che ogni cultura locale sapeva sapientemente costruire, vengono messe in pericolo. L’importanza del paesaggio viene via via confinata ad alcune aree specializzate – come i parchi, o i monumenti naturali – legate all’uso ricreativo, turistico; gli altri luoghi subiscono trasformazioni che ne cancellano l’identità e la memoria.
Di fronte a questa situazione la pianificazione è in difficoltà: piani e programmi complessi, concertativi e negoziali, affrontano con fatica il tema della visione comune e condivisa della relazione fra società e ambiente fisico. Le necessità di tutela, d’altro canto, comportano l’applicazione di limiti e vincoli che si rivelano nella maggior parte dei casi inefficaci. La crisi del paesaggio impatta violentemente nella più generale crisi della pianificazione.
Per avviare politiche e costruire nuovi strumenti di pianificazione volti alla valorizzazione del paesaggio, allora, è necessario riflettere senza pregiudizi sul senso che la percezione collettiva delle strutture territoriali può assumere nella contemporaneità.
Attraverso riflessioni e casi studio i saggi raccolti in questo volume testimoniano la ricchezza e l’articolazione delle posizioni scientifiche che caratterizzano il dibattito attuale sulla progettazione del paesaggio, e delineano in forma corale una via d’uscita alla sua empasse

Progettare il paesaggio nella crisi della modernità. Casi, riflessioni, studi sul senso del paesaggio contemporaneo di:
PAOLO CASTELNOVI, architetto, ricercatore, insegna progettazione architettonica, Politecnico di Torino
CARLO CELLAMARE, ingegnere, dottore di ricerca, insegna Ingegneria del territorio, Università La Sapienza, Roma
GIANFRANCO DI PIETRO, architetto, professore ordinario di urbanistica, Università di Firenze
CLAUDIO GREPPI, architetto, professore associato di geografia, Università di Siena
CATERINA FIORENTINI, geografa, dottoressa di ricerca, Università di Udine
GIORGIO PIZZIOLO, architetto, professore ordinario di urbanistica, Università di Firenze
DANIELA POLI, architetta, dottoressa di ricerca, insegna geografia, Università di Firenze
MASSIMO QUAINI, geografo, professore ordinario di geografia, Università di Genova
LEONARDO ROMBAI, geografo, professore ordinario di geografia, Università di Firenze, presidente Italia Nostra della Toscana
CARLO SCOCCIANTI, biologo, direttore degli Stagni Oasi di Focognano, Campi Bisenzio, Firenze
BRUNO VECCHIO, geografo, professore ordinario di geografia, Università di Firenze
ALBERTO ZIPARO, ingegnere-urbanista, professore associato di analisi ambientale, Università di Firenze
Casa Editrice All’Insegna del Giglio –
www.edigiglio.it

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: